Il Virus del Digitale Terrestre

Il Virus del Digitale Terrestre

Nelle settimane passate , la pubblicazione di diversi documenti segreti della CIA da parte di Wikileaks ha generato parecchio scalpore.

L’organizzazione di Julian Assange , che periodicamente trova e diffonde informazioni segretissime, aveva parlato di alcune vulnerabilità presenti negli Smart TV e tirato in ballo i servizi segreti americani , che avrebbero sfruttato queste falle per spiare la popolazione.

successivamente la questione è stata prontamente ridimensionata , poichè si è scoperto che per entrare nel televisore di qualcuno era comunque necessario installare il virus tramite una chiavetta USB (quindi fisicamente) e non a distanza.

Non c’è stato nemmeno il tempo di tirare un sospiro di sollievo per lo scampato pericolo che il mondo della sicurezza e degli Smart TV ha subito un ulteriore colpo duro.

a lanciare l’allarme è stato Rafael Scheel ricercatore della società svizzera di sicurezza Oneconsult.

nello specifico, in occasione di un seminario sulla sicurezza informatica organizzato a Febbraio a Ginevra dalla EBU. Scheel ha spiegato come sia teoricamente e praticamente, possibile violare uno Smart TV attraverso il segnale del digitale terrestre per prenderne il totale controllo.

Tecnicamente , la vulnerabilità di cui parla Scheel , riguarda lo standard Hybrid Broadcast Broadband TV (HbbTV) utilizzato nelle Smart TV per consentire di inviare dei comandi ai televisori attraverso il segnale del digitale terrestre (DVB-T), attraverso questo canale , quindi, sarebbe possibile inviare ai dispositivi attaccati, un semplice comando che fa collegare il nostro Tv ad una pagina Web contenente il Malware.

Il virus verrebbe in questo modo scaricato nel dispositivo senza che il proprietario se ne accorga , e potrebbe addirittura sovrascrivere il firmware , ovvero il software che ne permette il funzionamento) originale del dispositivo.

in questo modo chi sta eseguendo l’attacco , potrebbe prendere il completo possesso dell’apparecchio , attivando a piacimento microfono e webcam collegate.

Un attacco hacker a tutti gli effetti insomma , che risulta del tutto invisibile ai proprietari dello Smart TV che si ritroverebbero quindi spiati a loro insaputa.

Ricordiamo che i televisori recuperaro il segnale più forte tra quelli disponibili, basterebbe quindi utilizzare un trasmettitore DVB-T posizionato a poche centinaia di metri dallo Smart TV per fare in modo che il dispositivo si colleghi a quest’ultimo colpendo cosi migliata di smart TV in pochissimo tempo.

Una situazione che costringe i produttori di Smart TV a studiare degli antivirus anche per i televisori.

 

 

 

Redazione

Rispondi