Ransomware – Siamo sotto assedio

Ransomware – Siamo sotto assedio

Recentemente , il noto produttore di antivirus e software per la sicurezza , Kaspersky , ha reso noto il report Spam and Phisinhg 2017.

Si tratta di un rapporto che documenta in maniera dettagliata tutte le minacce che nell’ultimo anno hanno minato la sicurezza dei dispositivi elettronici (Computer, Smartphone, Tablet)

Il dato principale che emerge è piuttosto preoccupante, circa il 20& delle e-mail di spam nel quarto trimestre 2017 ha diffuso ransomware.

quando riceviamo una mail non richiesta, teniamo quindi conto che spesso potrebbe trattarsi un un messaggio civetta , che ha lo scopo di farci eseguire un download contenente il codice maligno del software ransomware.

I ransomware, per chi non lo sapesse, sono dei programmi che entrano nel nostro dispositivo di nascosto e iniziano a criptare i nostri dati , spesso addirittura l’intero computer.

Al riavvio del PC sarà quindi impossibile accedere al sistema operativo e un messaggio dei malviventi chiederà di pagare un riscatto per ottenere il codice di sblocco.

il fenomeno è in continua crescita e ad oggi è il periocolo numero uno per quanto riguarda la sicurezza informatica

il consiglio che vi diamo è quello di non pagare assolutamente la cifra del riscatto (circa 700 euro) , poichè non vi è alcuna garanzia di ottenere il codice di sblocco.

in caso il vostro PC sia stato infettato da un ransomware, consigliamo di rivolgervi ad un centro tecnico specializzato.

 

I dati della ricerca

ecco di seguito i dati più significativi presenti nel report di Kaspersky.

  • La quantità di email di spam nel 2017 ha raggiunto il 60% di tutto il traffico email, con un aumento del 2% dell’anno precedente.
  • Gli Stati Uniti rimangono la principale fonte si Spam (12%) , completano il podio il Vietnam (10.3%) e l’India (10.2%) , tra le vittime è la Germania il paese maggiormente preso di mira (14%) seguito da Giappone (7,6%) e Cina (7,2%)
  • Il 16% dei singoli utenti è stato attaccato dai Phisher.
  • Nel 2017 la percentuale media di attacchi di Phising ai clienti di istituzioni finanziarie è stata del 48%
  • Il virus più diffuso è stato il Trojan.Win32 utilizzato per spedire mail di spam e rubare i dati personali.
  • I temi principali delle mail di spam sono stati lo sport (l’imminente campionato mondiale di calcio 2018) , le lotteria e il terrorismo, tema che preoccupa tutti e invoglia a fare clic per saperne di più.

Rispondi