Google lavora a un nuovo driver per la temperatura delle CPU AMD

Google lavora a un nuovo driver per la temperatura delle CPU AMD

Come riportato da Phoronix, gli ingegneri di Google del reparto open-source stanno lavorando a un nuovo driver per soluzioni AMD, dedicato al kernel Linux, che consentirà il corretto funzionamento dell’interfaccia del sensore di temperatura con il sistema.

Parliamo nello specifico di SB-TSI (Sideband Temperature Sensor Interface). Questa interfaccia comunica tramite un semplice SMBus (System Management Bus) con il BMC (Baseboard Management Controller), il quale, a sua volta, si occupa di monitorare lo stato fisico vero e proprio delle componenti, tramite i vari sensori ad esso collegati come quelli per il voltaggio delle componenti o per la temperatura, come quello di cui parliamo.

Il driver è composto da poco meno di 300 righe di codice e “collabora” con il sottosistema generico del kernel Linux “hwmon”, dedito al controllo dei vari sensori per le componenti hardware.

La notizia di un progetto che va in questa direzione è stata postata questa settimana dalla sezione di Google che si occupa della gestione software per i server, il che non dovrebbe sorprendere, dato l’enorme successo di AMD EPYC nel mondo dei data center. I tempi per il rilascio ufficiale non sono certi, possiamo solo attendere per scoprire se ciò avverrà in concomitanza con l’ormai imminente versione di Linux 5.7, oppure sarà tutto rimandato a un tempo successivo.

È ormai chiaro il rinnovato interesse da parte di grandi aziende come Google nei confronti delle proposte AMD, e non è da sottovalutare l’incremento di reputazione di un marchio all’arrivo di notizie come questa. Tutto ciò potrebbe consentire all’azienda californiana di ottenere nuove quote di mercato a discapito dell’eterna rivale Intel, ma solo il tempo ci potrà dire se e come questo avverrà. 

Se anche Google ha scelto AMD, perché non farlo anche tu? AMD Ryzen 5 3600 è disponibile su e-price ad un prezzo imperdibile!

Vai alla Fonte

Redazione

Rispondi